Tecniche di Riproduzione AssistitaSupporto unità di Fertilità

Dipartimento di Agopuntura

L’utilizzazione dell’agopuntura è originaria dalla Cina, migliaia di anni fa, anche se l’utilizzazione in Europa non arriva fino a metà del secolo XVIII e non è fino al 1979 che l’Organizzazione Mondiale della Salute(OMS) la riconosce come una tècnica efficace per il trattemento di malattie e disordini, e dal 2010 la Unesco lo considera Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

Così come si è dimostrato che questa tecnica è molto benefica per trattare una gran serie di malattie e problemi, studi realizzati hanno segnalato che può essere benefica per quelle persone che sperimentano problemi di infertilità. L’agopuntura permetterebbe di regolare il flusso sanguigno delle ovaia e dell’utero, favorendo così l’impianto dell’embrione nell’utero materno, riducendo anche i livelli di cortisolo (uno degli ormoni che inibe il sistema riproduttivo).

Questo tipo di trattamento non è solo una terapia efficace per aumentare le posibilità di successo in un trattamento di riproduzione assistita, ma anche per ridurre lo stress che molte volte è causato dalla condizione d’inferitilità e che, come indicano molti studi, può influire nel tasso di successo dei trattamenti.

Per questo motivo, Ginefiv ha creato nel 2007, il suo proprio dipartimento di Agopuntura offrendo ai pazienti un trattamento totalmente naturale e di aiuto nei cicli di riproduzione assistita.


agopuntura

In che cosa consiste l’agopuntura?

L’agopuntura consiste nell’inserzione di finissimi aghi in punti specifici del corpo che si chiamano meridiani o canali, con l’obiettivo di ristaurare la salute e il benessere nel paziente. Gli aghi utilizzati nell’agopuntura sono di aprossimatamente 3 a 15 cm di llunghezza e sono usati di solito in freddo, anche se possono ugualmente essere scaldate. Durante la terapia ogni ago si introduce attraverso la pelle solo da 1 a 3 mm , lasciato durante al meno 20 minuti e possono essere necessarie varie sessioni per trattare un problema.

È una tècnica dolorosa?

Gli aghi che si utilizzano nell’agopuntura sono così fini che possiamo dire che è quasi totalmente indolore. Nonostante, di tanto in tanto, si può sentire una piccola puntura o sensazione di formicolio seguito da una sensazione di insensibilità, distensione o caldo, dopo di che, molte persone descrivono una sensazione di calma profonda, mentre che altri possono sperimentare una gran energia fisica.

È una tecnica siccura?

Uno dei grandi vantaggi dell’agopuntura è l’assenza di effetti secondari. Tutti gli aghi sono sterili e di monouso. L’agopuntura non causa nessun tipo di sanguinamento durante la collocazione o ritirata ed è pratticamente indolore.

Condividi questo contenuto: