Selezionate La Vostra Situazione

Prima di cominciare Abbiamo già dato il 1 passo Sono incinta?
Mostra tutti Nascondi tutto

Mi riceverà sempre lo stesso ginecologo/a?

Si cercherà di fare in modo che sia così, ma bisogna tener presente che le visite-controlli possono avere luogo qualsiasi giorno della settimana, fine settimana compresi, e a orari determinati e, per questo, non sempre sarà possibile coincidere con lo stesso ginecologo.

In ogni caso, dovete sapere che il vostro caso verrà seguito e discusso nelle riunioni periodiche dello staff medico.

Quali sono le principali tecniche di Riproduzione Assistita?

Le principali tecniche di Riproduzione Assistita sono: l'Inseminazione Artificiale o Intrauterina e la Fecondazione In Vitro. Nell'ambito della Fecondazione In Vitro bisogna differenziare la Fecondazione In Vitro convenzionale e la Microiniezione Spermatica. Per ulteriori informazioni consultate la nostra sezione dedicata ai Trattamenti.

Che differenze ci sono fra l'Inseminazione Artificiale e la Fecondazione In Vitro? Qual è la migliore?

Sono tecniche diverse e ciascuna di esse è indicata in determinati casi. L'Inseminazione Artificiale è più semplice e consiste nel depositare gli spermatozoi, selezionati e migliorati in laboratorio, nell'utero della paziente al momento della sua ovulazione.

La Fecondazione In Vitro è più complessa perchè richiede la punzione delle ovaie per l'estrazione degli ovociti della paziente che saranno fecondati dagli spermatozoi in laboratorio e, dopo 2-5 giorni di sviluppo in incubatori speciali, gli embrioni ottenuti verranno depositati nell'utero per consentire la continuazione del naturale processo di gestazione.

I trattamenti sono dolorosi?

Non sono tecniche particolarmente dolorose. Nel caso in cui fosse necessaria una punzione ovarica per l'estrazione degli ovuli, si procederà a realizzare un'anestesia locale affinché la paziente, senza rimanere priva di conoscenza, non senta dolore. Sono tutte tecniche ambulatoriali.

Che disponibilità oraria richiedono questi trattamenti? È necessario chiedere molti giorni di permesso sul lavoro?

Per l'Inseminazione Artificiale:
Durante il ciclo sarà necessario andare in ambulatorio da 3 a 5 volte per effettuare i relativi controlli. Normalmente, la durata delle visite è di 15 minuti circa. Il giorno dell'Inseminazione Artificiale, il partner, se è il caso, deve fornire un campione di seme come minimo 2 ore prima di realizzare la tecnica. L'Inseminazione Artificiale è un procedimento per il quale vengono impiegati 15 minuti circa e che non richiede un riposo speciale né il giorno stesso, né quelli successivi e quindi si può ritornare al lavoro senza alcun problema, evitando gli sforzi violenti. Grazie alla nostra gran disponibilità oraria, si possono fissare gli appuntamenti per le visite di controllo e l'Inseminazione Artificiale al di fuori dell'orario di lavoro delle pazienti.

Per la Fecondazione In Vitro:
La paziente deve recarsi in ambulatorio per realizzare gli opportuni controlli da 3 a 7 volte, a seconda del criterio utilizzato. Normalmente, la durata della visita è di 15 minuti circa. Il giorno dell'estrazione degli ovuli, il partner deve fornire un campione di seme e la paziente rimane in sala operatoria 30 minuti circa, restando cosciente durante l'intervento e potendo poi tornare a casa tranquillamente. Dopo 48 ore, la paziente deve tornare in clinica per sottoporsi al trasferimento degli embrioni. Per realizzare questa operazione si impiegano all'incirca 15 minuti e poi si consiglia un periodo di relativo riposo di 24 ore circa. Nei giorni successivi, fino al momento in cui saprà se è incinta o no (circa 15 giorni), può recarsi al lavoro con normalità.

** Se non risiedete a Madrid, dovete sapere che non è necessario trascorrere alcuna notte a Madrid. I controlli possono essere realizzati nel nostro centro o da qualsiasi ginecologo della vostra provincia che conosca il trattamento, in modo che dovrete recarvi a Madrid unicamente il giorno dell'estrazione degli ovuli e quello del trasferimento degli embrioni.

Normalmente quanti ovuli si riescono ad avere e quanti embrioni converrebbe ottenere?

È importante sapere che non tutti i follicoli sottoposti a punzione contengono necessariamente un ovulo e che alcuni degli ovuli ottenuti non saranno validi per essere fecondati. Il numero degli ovuli ottenuti può variare a seconda dei casi; possono esistere casi nei quali si ottengono pochissimi ovuli ed altri nei quali il numero di ovuli può essere molto elevato e questo dipende da fattori come l'età, la patologia e la risposta al trattamento. Nelle donne che non superano i 35 anni d'età, la media degli ovuli o ovociti ottenuti è da 5 a 10 e di embrioni fecondati è da 3 a 6. Anche se trasferiamo un unico embrione all'utero, esiste ugualmente la possibilità di ottenere la gravidanza e, per questo, non bisogna preoccuparsi se il numero di ovuli ottenuti o il numero di embrioni fecondati è basso.

Non mi sento bene durante il trattamento, sono molto nervosa. Che cosa posso fare?

Le tecniche di riproduzione assistita sono processi complessi che condizionano un gran numero di aspetti della vita personale e di coppia, durante i quali possono sorgere dubbi e paure che accompagnano sentimenti di grande entusiasmo ed impazienza. Ginefiv mette a disposizione dei suoi pazienti un gruppo di persone che si occupa del servizio di attenzione al paziente (SAP), che gestirà e risolverà i dubbi derivati dal trattamento ed assumerà il ruolo di confidente dei pazienti, apportando loro una grande esperienza nel campo della riproduzione assistita. Nei casi in cui sarà necessario, una psicologa (dott.sa Beatriz Arana) sarà a disposizione per preparare psicologicamente le pazienti per affrontare il trattamento nel miglior modo possibile, insegnando loro tecniche di rilassamento e di controllo degli stati di ansietà.

 
Condividi questo contenuto: