Tecniche di Riproduzione AssistitaPrincipali Tecniche e Trattamenti

Tecniche complementari

TESA

Versione PDF

Definizione:

Consiste nell'aspirazione del tessuto testicolare dell'uomo fino ad identificare e, se fosse necessario, congelare gli spermatozoi mobili che verranno successivamente usati per le tecniche di riproduzione assistita.

Indicazioni:

In assenza di spermatozoi nell'eiaculato (azoospermia secretoria o ostruttiva). Nei casi in cui è impossibile ottenere un campione di sperma.

Vantaggi:

In determinati pazienti è l'unico modo di ottenere spermatozoi.

Tesalt

Coltura sequenziale o estensione della coltura embrionale fino a cinque giorni

Definizione:

Con la tecnica convenzionale, il trasferimento di embrioni viene effettuato due o tre giorni dopo la raccolta degli ovuli (non si possono mantenere più a lungo nei mezzi di coltura). Con questa tecnica innovativa, gli embrioni ottenuti vengono mantenuti negli incubatori più a lungo. In questo modo, solo gli embrioni di buona qualità e quelli più idonei continueranno il loro sviluppo fino a raggiungere lo stadio di blastociste.

Indicazioni:

Nei casi in cui sono stati realizzati diversi trasferimenti di embrioni di buona qualità, il procedimento è stato eseguito correttamente, ma non si è riusciti ad ottenere la gravidanza.

Vantaggi:

Si trasferisce un numero minore di embrioni, riducendo così il rischio di gravidanza multipla, ma con un potenziale di sviluppo maggiore che aumenterà le possibilità di gravidanza. Diversi studi hanno dimostrato che gli embrioni allo stadio blastocitario hanno maggiori possibilità impiantarsi con successo degli embrioni di 48-72 ore.

Inconvenienti:

Potrebbero non esserci embrioni da trasferire se nessuno di essi raggiunge il 5º giorno di sviluppo.

cocultivo

"Hatching" assistito

Versione PDF

Definizione:

Si tratta di una tecnica complementare dei procedimenti di Fecondazione In Vitro che consiste nell'assottigliamento e nella realizzazione di un piccolo foro nella capsula (zona pellucida) che circonda l'embrione, con l'intenzione di favorire la sua uscita e poter quindi realizzare l'impianto nell'utero della paziente.

Indicazioni:

  • In donne di età avanzata con alti livelli ormonali di FSH.
  • Se si ottengono embrioni altamente frammentati o con la zona pellucida ingrossata.
  • Se sono falliti diversi tentativi di Fecondazione In Vitro.

Vantaggi:

Favorisce l'impianto dell'embrione nell'utero materno.

hatching

Trasferimento di embrioni scongelati

Versione PDF

Definizione:

Se la coppia dispone di embrioni congelati può evitare di ripetere l'intero ciclo di Fecondazione In Vitro. Gli embrioni vengono scongelati nel momento in cui devono essere trasferiti alla paziente e vengono trasferiti come se fossero embrioni freschi.

Indicazioni:

Coppie che hanno già realizzato un ciclo di Fecondazione In Vitro ed hanno congelato e conservato gli embrioni non trasferiti.

Vantaggi:

Comporta unicamente la ripetizione dell'ultima fase del ciclo di Fecondazione In Vitro, riducendo notevolmente i costi.

Inconvenienti:

In alcuni casi, una volta scongelati, gli embrioni non si sviluppano e per questo non si potrà effettuare il trasferimento.

 
Condividi questo contenuto: